Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Conservatori al 31%, socialisti al 27%

Bulgaria: pari alle elezioni, il Paese senza governo?


Bulgaria: pari alle elezioni, il Paese senza governo?
13/05/2013, 11:23

SOFIA (BULGARIA) - Giornata di elezioni domenica in Bulgaria. Un turno elettorale che però rischia di finire in un sostanziale pareggio, come già accaduto in Grecia nel 2012 e in Italia all'inizio del 2013. Infatti, il partito conservatore del premier Boiko Borisov non è andato oltre il 31,4%, mentre i socialisti sono arrivati al 27,3%. Il resto dei voti sono dispersi tra oltre 30 altri partiti, molti dei quali non riusciranno a superare lo sbarramento del 4% e quindi ad approdare in Parlamento. Ma anche quei partiti che ce la faranno, potranno essere un appoggio relativo per uno dei due partiti maggiori: quanto può essere solida una coalizione impriovvisata formata da 5 o 6 partiti (o anche di più) e quindi soggetta a ricatti incrociati e ad esigenze contrapposte? 
Ma alla Bulgaria serve un governo. La disoccupazione è quasi al 20%, il salario medio di un lavoratore è di 400 euro al mese. E su un Paese dall'economia così debole, la crisi economica che ha attraversato l'Europa si è abbattuto con una violenza notevole.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©