Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

BULGARIA, UNA MANIFESTAZIONE CONTRO LA CORRUZIONE SFOCIA IN TENSIONI CON LE FORZE DELL'ORDINE


BULGARIA, UNA MANIFESTAZIONE CONTRO LA CORRUZIONE SFOCIA IN TENSIONI CON LE FORZE DELL'ORDINE
15/01/2009, 08:01

In una manifestazione che si è tenuta ieri a Sofia, si sono verificati momenti di alta tensione tra i partecipanti al corteo e le forze di polizia, che sono culminati in veri e propri scontri davanti al parlamento bulgaro.

"Si tratta di una protesta unica che unisce il popolo bulgaro nella speranza di cambiamento e nel desiderio di poter vivere in un normale paese europeo", hanno dichiarato gli organizzatori del corteo. I manifestanti erano più di duemila, tra studenti, attivisti e agricoltori, e protestavano contro la corruzione e la povertà del paese. Un rapporto di Transparency International indica la Bulgaria come il paese più corrotto d'Europa. Al grido di: "Mafiosi! Dimettetevi!", i manifestanti hanno iniziato a lanciare bottiglie al parlamento, rompendo alcune finestre e danneggiando diverse auto della polizia. Stando alle notizie diffuse dai media locali, il sindaco di Sofia, Yulya Nenkova, ha dato ordine di disperdere i manifestanti dopo che era arrivata una minaccia anonima che annunciava l'esplosione di una bomba.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©