Dal mondo / America

Commenta Stampa

Lee Charlie caduto da un’altezza di 7 metri e mezzo

Cade durante una vacanza, torna a casa con un pezzo di cranio nella valigia


Cade durante una vacanza, torna a casa con un pezzo di cranio nella valigia
30/01/2013, 19:07

Una storia che sa d’incredibile quella di Lee Charlie, un uomo britannico di 32 anni che,  durante una vacanza che stava trascorrendo in Thailandia, si è ritrovato in una stanza d’ospedale, con una parte del cranio che gli era stata asportata. Sebbene lui non ricordi cosa gli sia accaduto, i medici gli hanno raccontato che a causa di una caduta da un’altezza di ben 7 metri e mezzo, sono stati costretti a diminuire la pressione sul cervello asportando una parte della calotta cranica.
Dopo circa un mese di degenza in ospedale. Lee ha potuto far ritorno a casa, in Gran Bretagna portando con sé, nella sua valigia, la parte mancante del suo teschio, imballato in una scatola di polistirolo. Lee spera infatti che in patria i chirurghi possano essere in grado di ricostruire la parte mancante della sua testa.
Attualmente, il 32enne è ricoverato in un ospedale della Gran Bretagna, dove viene sottoposto alla fisioterapia, agli esami medici ed anche alla terapia del dolore, mentre i chirurghi sono all’opera per tentare di elaborare un modo per ricostruire la sua calotta cranica. L’idea sarebbe quella di utilizzare l’osso in modo da realizzare uno ‘stampo’ in titanio della parte mancante, riuscendo così a completare la parte del cranio che manca.

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©