Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il bilancio potrebbe aggravarsi nelle prossime ore

Calcutta, incendio in ospedale: almeno 70 le vittime


Calcutta, incendio in ospedale: almeno 70 le vittime
09/12/2011, 09:12

CALCUTTA (INDIA) - Come riportato dai media indiani, oltre 70 persone sarebbero morte a causa di un incendio scoppiato nella notte all'interno dell'ospedale Kolkata Amri di Calcutta, un edificio di cinque piani, situato nel nord est del Paese.

Le cause dell'incendio sono ancora sconosciute, come sottolinea il "Times of India", ma si ipotizza che il rogo si sia sviluppato intorno alle 3,00 ora locale (circa le 22,30 in Italia) negli scantinati dell'ospedale, dove si trovava materiale altamente infiammabile come bombole di ossigeno e diverse sostanze chimiche. Da lì, poi, le fiamme, e soprattutto una grande quantità di fumo da esse sprigionata, hanno raggiunto in breve tempo le corsie dei piani superiori, dove erano ricoverati circa 160 pazienti. Il personale medico è riuscito a scappare e la maggior parte delle persone ricoverate al Kolkata Amri è stata tratta in salvo e trasferita nell'ospedale più vicino, ma decine di pazienti, purtroppo, sono rimasti intrappolati nella struttura e sono morti per soffocamento. Il capo della polizia ha confermato che almeno 60 persone, per la maggior parte pazienti, sono morte nell'incendio divampato all'ospedale, mentre altre 85 sono state tratte in salvo. Il responsabile dei vigili del fuoco, Gopal Bhattacharya, ha commentato l'accaduto definendo "spaventosa" la situazione che si è creata durante la notte al nosocomio. Delle 160 persone ricoverate all'ospedale, infatti, i soccorritori sono riusciti a trasferirne soltanto 50 in un altra struttura.

Nelle utlime ore le fiamme sono state domate, ma il bilancio potrebbe salire ancora dal momento che, secondo una fonte sanitaria, non è esclusa la possibilità che all'interno dell'edificio si trovino ancora delle persone intrappolate.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©