Dal mondo / America

Commenta Stampa

La vittoria del partito indipendentista scalda gli animi

Canada: attentato al primo ministro del Quebec, un morto


Pauline Marois, leader del Pq
Pauline Marois, leader del Pq
05/09/2012, 09:31

QUEBEC (CANADA) - Un attentato ha funestato il discorso con cui il neoeletto primo ministro del Quebec - regione francofona del Canada - voleva festeggiare la propria vittoria. Mentre Pauline Marois stava parlando all'intero di un teatro, all'esterno una persona ha aperto il fuoco con una carabina, ferendo due persone. Una di queste poi è morta in ospedale per le ferite riportate. La Polizia è immediatamente intervenuta, bloccando ed arrestando l'uomo, che pare abbia detto: "gli inglesi si stanno risvegliando".
Infatti, la vittoria di Marois, anche se è una vittoria di misura (il suo partito indipendentista ha raggiunto il 32%, mentre il partito liberale ha raggiunto il 31% e il partito nazionalista - ma non indipendentista - ha raggiunto il 27%), sta risvegliando le lotte tra la popolazione francofona e quella anglofona. Infatti il Pq (Parti Quebecois) della Marois mira all'indipendenza del Quebec dal Canada e, indirettamente, una separazione della popolazione di lingua inglese da quella di lingua francese. Nel suo discorso, comntinuato dopo l'attentato, la Marois ha detto che sarà il premier di tutti, ma senza rinunciare all'indipendenza del Quebec.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©