Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

I due ufficiali rientrati ieri in India

Caso Marò: costituzione di un tribunale ad hoc

Si accelera l’iter

Caso Marò: costituzione di un tribunale ad hoc
23/03/2013, 09:29

NEW DELH – Sembra ormai certo che le autorità giudiziarie indiane abbiano disposto la costituzione di un tribunale ad hoc per esaminare il caso dei due marò italiani.
La complessa situazione dei due ufficiali, rientrati proprio ieri a New Delhi, sarà quindi vagliata da un particolare organo giudicante così come era stato deciso dalla sentenza del 18 gennaio emessa dalla Corte Suprema.
La notizia è stata diffusa dai media indiani, quindi come è stato promesso ieri al sottosegretario italiano agli Esteri Staffan de Mistura, il governo di New Delhi ha tutte le intenzioni di accelerare il delicato iter.
Il ministro della Giustizia Ashwani Kumar ha dichiarato, infatti, che:
“La proposta inviata dal ministro dell'Interno è stata approvata in principio dal suo dicastero, il quale é impegnato a mettere a punto altri dettagli”. Ora si attende la decisione del tribunale che dovrà pronunciarsi in merito alla questione se, la giurisdizione sul caso spetta all'India oppure se rientra nell'ambito nel diritto internazionale che prevede la competenza della giustizia italiana in base alla Convenzione Onu sul Diritto del Mare.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©