Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Si agitano le acque nei rapporti diplomatici

Caso Marò, il primo Ministro indiano protesta ufficialmente


Caso Marò, il primo Ministro indiano protesta ufficialmente
12/03/2013, 09:04

NEW DELHI (INDIA) - Il governo indiano ha cominciato a rispondere con durezza all'annuncio del Ministero degli Esteri italiano Guido Terzi che i marò non torneranno in India per il processo. 
E' ancora prudente il Ministro degli Esteri Salman Khurshid, che ha preso tempo: "Non si può rispondere in maniera istintiva". Molto meno il Primo Ministro, Manmohan Singh, che ha definito il comportamento del nostro governo "assolutamente inaccettabile". 
Anche il premier del Kerala, Oommen Chandy, si è espresso duramente: "Andrò a New Delhi in serata (oggi, ndr.) e affronterò la questione con il ministro degli Esteri. Stiamo anche cercando di affrontare il problema da un punto di vista legale". 
Intanto i pescatori indiani hanno annunciato che indiranno uno sciopero per protestare contro il loro governo: hanno sempre protestato per i permessi dati ai militari italiani, e le loro proteste hanno avuto riscontro nei fatti

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©