Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Affidate alla polizia antiterrorismo ulteriori indagini

Caso Marò, Ministro indiano attende Emma Bonino

Salman Kurshid : “Processo durerà tre mesi”

Caso Marò, Ministro indiano attende Emma Bonino
29/04/2013, 14:47

 

NEW DHELI - Il Caso Marò è ancora al centro dell’opera diplomatica internazionale.  Adesso si aspetta il lavoro del neo Ministro degli Esterni Emma Bonino.
Anche Salman Kurshid ha dichiarato di attendere la sua collega Bonino affinché sia informata a breve ed adeguatamente sul caso dei marò, aggiungendo: “Perché possa metterlo nella giusta prospettiva per andare avanti”. Esclusa la tragica possibilità di una pena di morte, ora si pensa al processo che, secondo le consuetudini, potrà durare tra i due - tre mesi. Infatti, dalle parole del ministro indiano c’è da considerare importante quale la “buona fede”: “Se uno agisce in buona fede cade la responsabilità penale”.
Per la vicenda  di Latorre e Girone, la tempistica potrebbe essere, secondo Kurshid, condizionata dall’assenza di testimoni italiani che non sono facili da trovare in India, ma questo sarà un elemento che dovrà essere curato dalla capacità e dall’attenzione dei difensori dei due marò.
Sono attive diverse indagini, il Tribunale indiano continua a lavorare, coadiuvato dalla polizia antiterrorismo (Nia), per fare luce sul tragico evento che causò la morte di due pescatori nel 2012.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©