Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

De Mistura: “Non siamo sorpresi”

Caso marò, slitta a fine febbraio trasferimento del caso


Caso marò, slitta a fine febbraio trasferimento del caso
30/01/2014, 17:26

NUOVA DELHI – Il prossimo 25 febbraio. È questa la data, posticipata, per accogliere o meno la decisione della polizia investigativa indiana (Nia) di trasferire il caso dei due marò Salvatore Girone e Massimo Latorre sotto la tutela del tribunale speciale di Nuova Delhi. L’udienza era in programma per oggi. La notizia del rinvio sarebbe stata confermata da voci vicine al caso all’agenzia di stampa Adnkronos.
"Non siamo affatto sorpresi dal rinvio" ha dichiarato l'inviato speciale del governo Staffan De Mistura, commentando la notizia del rinvio dell’udienza, definito "auspicabile, perché riteniamo importante la risposta che dovrebbe darci il 3 febbraio la Corte Suprema alla nostra petizione del 13 gennaio". De Mistura raggiungerà i due marò a Nueva Delhi il prossimo primo febbraio.
Intanto, stando a quanto riporta l’Indian Express, il governo indiano avrebbe chiesto al ministero della giustizia di rivedere la Sua Act, ovvero la legge antipirateria che prevede la pena di morte in caso di omicidi.
"Il suo parere sarà esaminato dal ministro della giustizia a differenza dell'ultima volta", ha dichiarato la voce vicino al caso. Una notizia, questa, non confermata ma alcuni funzionari del dicastero hanno riferito che "il governo sta ancora valutando le azioni da prendere in futuro a causa delle ramificazioni internazionali". Proprio oggi è previsto che i due fucilieri di Marina si presentino davanti a un giudice di Delhi. Fonti del ministero della Giustizia hanno detto che all'attorney general verrà chiesto di riconsiderare la sua opinione alla luce di questo punto.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©