Dal mondo / America

Commenta Stampa

A soli 6 anni Etan Patz scomparse misteriosamente

Caso Patz chiuso dopo 33 anni. L'assassino ha confessato

"L'ho addescato con delle caramelle e poi accoltellato"

Caso Patz chiuso dopo 33 anni. L'assassino ha confessato
24/05/2012, 18:05

 NEW YORK -   Dopo trentatrè anni di ricerche, dubbi, e indagini, il caso che sconvolse l’America intera viene chiuso. Stiamo parlando del tragico caso del piccolo Etan Patz, che 33 anni fa scomparse misteriosamente il 25 maggio 1979 alla tenera età di 6 anni.   Quel giorno Etan si stava dirigendo alla fermata dell’autobus per andare a scuola, ma da allora non si seppe più nulla di lui ne del suo assassino.
La svolta del caso è avvenuta nella serata di mercoledì, quando gli agenti della NYPD hanno arrestato un uomo in New Jersey.
L’ho adescato offrendogli delle caramelle prima di ucciderlo a coltellate, smembrando il suo cadavere e gettandolo nella spazzatura dentro sacchi neri di plastica” queste sono state le parole di Pedro Hernandez, l’assassino tanto cercato che solo oggi, dopo un serrato interrogatorio ha confessato quell’orribile crimine.
L’uomo non era sconosciuto alla polizia. Secondo la NBC l’assassino era già tra le persone indiziate in quanto viveva e lavorava nello stesso quartiere di Lower Manhattan quando Etan sparì.
Ascoltando la dichiarazione del Commissario newyorchese Raymond Kelly, risulta che l’uomo “ Ha confessato la propria colpevolezza ai detective della NYPD”. Ma evidentemente questo non basta, perchè i media americani continuano ad essere scettici. Il New York Times scrive “ Questa storia è tutta da verificare”. La voglia di non voler lasciare tutto al caso è ben comprensibile se si pensa che la scomparsa di Etan commosse tutta l’America tanto da farlo diventare il “bambino scomparso” più famoso nella storia di New York. Dopo quel caso che fu inaugurata l’era dell’ansietà tra i genitori americani per i quali, fino ad allora consideravano normale lasciare andare i propri figli da soli a scuola anche se di soli 6 anni e in una città come Manhattan. Il movimento dei “Missing Children” la cui effige viene ancora stampata sui cartoni del latte, prese vita proprio in quegli anni.
Le indagini del caso Patz era stato riaperto improvvisamente  proprio il mese scorso dall’FBI e le indagini erano incominciate mettendo a soqquadro lo scantinato di un uomo già all’epoca sospettato, il manovale Othniel Miller. L’uomo aveva lo scantinato in un building di Soho limitrofo alla casa di Etan. Le ricerche sono state però interrotte non avendo trovato nessuna prova.

 

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©