Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Un autobus è finito fuoristrada vicino al tempio Indù

Cento morti in India durante una cerimonia religiosa


Cento morti in India durante una cerimonia religiosa
14/01/2011, 21:01

SABARIMAL (INDIA) – Oltre cento persone hanno perso la vita oggi in India nel corso di una cerimonia religiosa. Almeno novanta i feriti. Secondo quanto riferito dalla tv locale Ndtv, i morti erano pellegrini induisti che stavano partecipando al festival Makaravilakku, una cerimonia divinatoria tipica delle zone attorno a Sabrimal, nello stato meridionale di Kerala che segna la fine dei 41 giorni di preghiera dedicati al dio Indù Ayyappas.
A provocare la tragedia sarebbe stato un autobus che ha perso il controllo e si è andato a schiantare contro il santuario.
Il tempio di Sabrimal è il secondo più importante dell’India dopo il Kumbh. Accanto al santuario sono già accadute sciagure simili: il 14 gennaio 1999 un movimento inconsulto di molte migliaia di persone accalcate sulla Pampa Hill dopo la visione del Makarajyothi, la luce che i pellegrini considerano divina, ha avuto un bilancio di 52 morti e decine di feriti. In quel caso, unì’apposita commissione giudicò colpevole il Governo di Kerala, negligente nei confronti dei pellegrini che, a milioni, arrivano ogni anno nel tempio per venerare il Dio.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©

Correlati

15/01/2011, 17:01

Ancora problemi per la Grecia