Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Chiesti soldi per il corpo di Marie Dedieu

La donna morta in Somalia il primo ottobre

Chiesti soldi per il corpo di Marie Dedieu
20/10/2011, 11:10

Oltre al danno la beffa. Per il recupero del corpo di Marie Dedieu, la donna francese morta a fine settembre in Kenia, sono stati chiesti dei soldi. Lo ha denunciato Gerard Longuet, ministro della Difesa francese.
Marie Dedieu, di origine parigina, era stata una ballerina di danza classica nella sua amata Francia. Un fatale incidente avvenuto 25 anni fa, l’aveva condotta alla paralisi e costretta ad una sedia a rotelle. Si era trasferita nel nord-est del Kenia da ormai 15 anni, nell’arcipelago di Lamu. Proprio li la donna, nel cuore della notte, è stata prelevata da dieci uomini e portata via, probabilmente uno scambio di persona. Gli aguzzini non dovevano prendere lei, ma una persona nell’hotel vicino alla villa di Marie. E’ morta nelle mani dei suoi carnefici, in Somalia, dove era detenuta da fine settembre, non potendo prendere le medicine che la tenevano in vita. Ora “il massimo dell’abiezione”, così come dichiarato dal Ministro francese, è avvenuto nel momento in cui, sono stati chiesti soldi per riavere il corpo della povera Marie Dedieu.
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©