Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il tremendo sisma ha cambiato anche la geografia del Paese

Cile, dopo il terremoto Concepcion si è spostata di 3 metri


Cile, dopo il terremoto Concepcion si è spostata di 3 metri
09/03/2010, 19:03

CONCEPCION - Il tremendo terremoto che il 27 febbraio scorso ha colpito il Cile, ha causato uno spostamento di tre metri della città di Concepcion.
A dieci giorni dal sisma che ha provocato in tutto il Paese terrore, morte e distruzione, si scopre che si sono avute anche ripercussioni sulla geografia del territorio cileno. Concepsion, la seconda città del Cile e uno dei centri maggiormente colpiti, infatti, si sarebbe spostata verso ovest di ben tre metri.
A renderlo noto, uno studio effettuato da un team di scienziati americani e cileni e pubblicato  dall'Università dell'Ohio.
Il terremoto, di magnitudo 8,8 della scala Richter, ha letteralmente spostato verso occidente la città, località capoluogo dell'omonima provincia di Concepsion e della regione del Bio Bio, tradizionalmente nota  come la “Perla del Bio Bio”. Una vera e propria deriva, visibile anche dai satelliti.
Il sisma, il cui epicentro era localizzato a soli 115 km da Concepcion, è stato uno dei più violenti di sempre e ha provocato anche uno tsunami  nell'Oceano Pacifico. 
Lo studio, realizzato da quattro Università degli Stati Uniti con l'ausilio del sistema Gps, ha evidenziato lo spostamento anche per altre città cilene e della vicina Argentina.
A spostarsi anche Santiago del Cile dove però il "movimento" è stato più contenuto: la città, infatti, è avanzata di 27 centimetri verso ovest-sud-ovest.
La settimana scorsa uno scienziato della Nasa, Richard Gross, aveva dichiarato che il terremoto cileno, ha spostato l'asse della Terra e accorciato la durata dei giorni di 1,26 microsecondi.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©