Dal mondo / America

Commenta Stampa

Salgono a 400 i morti. Domani visita della Clinton al Paese

Cile, nuova scossa di terremoto


Cile, nuova scossa di terremoto
28/02/2010, 18:02

SANTIAGO – La terra trema ancora in Cile. Una nuova scossa, di 6.1 gradi della scala Richter, è stata avvertita poche ore fa dagli abitanti di Concepcion, dove è localizzato l’epicentro del sisma. Sale ancora il bilancio dei morti: la Protezione Civile cilena parla di almeno 400 vittime, ma il bilancio è destinato a salire. La presidentessa Michelle Bachelet, che attualmente si trova in riunione con i componenti del comitato di emergenza nel palazzo della Moneda, non ha comunque ancora confermato le stime.
Intanto, fonti dell’ambasciata italiana in Cile dichiarano che fino a questo momento non ci sarebbero dispersi italiani. "La situazione” - precisano – “è comunque in evoluzione di minuto in minuto". Anche dalla consulta di emiliano -romagnoli nel mondo che si trovavano a Santiago al momento del terremoto arrivano buone notizie: nessuno ferito tra loro.
A poco più di ventiquattr’ore dalle prime scosse si iniziano ad organizzare i primi soccorsi per le popolazioni colpite dal sisma: il primo obiettivo è aiutare le persone rimaste intrappolate sotto le macerie, il cui numero è ancora indefinito. Il tentativo è in corso anche a Concepcion, dove ci sarebbero oltre cento persone sotto le rovine di un edificio di 14 piani crollato. La Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale hanno già offerto il loro aiuto, e domani farà visita al Paese anche Illary Clinton. Il Segretario di Stato confermerà le offerte che gli Stati Uniti intendono dare in seguito al terremoto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©