Dal mondo / America

Commenta Stampa

Era stato condannato per violazione diritti umani.

Cile, si suicida a 86 anni ex capo polizia Pinochet


Cile, si suicida a 86 anni ex capo polizia Pinochet
30/09/2013, 17:10

Santiago del Cile - Si è suicidato a 86 anni Odlaner Mena Salinas, ex capo del Centro nazionale di informazioni (Cni) del dittatore cileno Augusto Pinochet. L'episodio si sarebbe verificato nella sua casa di Santiago, durante un permesso carcerario. L'uomo era condannato per violazione dei diritti umani, un reato commesso durante gli anni della dittatura (dal 1977 al 1990), e aveva il permesso di tornare a casa nel fine settimana. Nei giorni scorsi, il presidente cileno Sebastian Pinera aveva annunciato il trasferimento di Mena e altri nove ufficiali dal penitenziario "Cordilera" al carcere comune di Punta Peco. Nel corso di un'ispezione al "Cordilera" il presidente aveva deciso di chiudere la stessa struttura perchè considerata con troppe comodità per gli ex carcerati. Nel 2008 Mena fu condannato a sei anni per tre omicidi: era considerato responsabile dei delitti messi a segno dalla "Carovana della morte", una comitiva militare comandata dal generale Sergio Arellano Stark, che nel 1973 eseguiva esecuzioni sommarie ai danni di prigionieri politici. Renè Lopez, legale che ha difeso il generale Manuel Contrera, anch'egli condannato, ha sostenuto che il suicidio di Mena è conseguenza "della tortura psicologica" da parte del governo sugli ex militari.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©