Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Annuncio al termine del plenum annuale del Partito Comunista

Cina: addio al figlio unico e ai campi di lavoro


Cina: addio al figlio unico e ai campi di lavoro
15/11/2013, 21:17

PECHINO (CINA) - Il plenum di quest'anno del Partito Comunista Cinese ha avuto come esito l'abbattimento di due totem decennali del Paese: la legge sul figlio unico e la chiusura dei campi di lavoro. Il secondo era un argomento su cui il governo cinese, in diverse occasioni, si era già espresso, assicurando la chiusura dei campi di lavoro (laogai) entro la fine del 2014. Ma è la prima volta che un simile impegno viene messo nero su bianco anche con i cittadini cinesi. 
Per quanto riguarda la legge sul figlio unico, tecnicamente è solo una modifica: si tratterebbe di modificare le condizioni per poter avere due figli anzichè uno. Attualmente questo è previsto quando entrambi i genitori sono figli unici; la modifica da attuare prevede che basterà che uno solo dei genitori sia figlio unico. La legge sul figlio unico è del 1979, quindi i figli che nasceranno in futuro potranno tutti avere un fratello o una sorella. Almeno in teoria: nella realtà il tenore della vita è così alto rispetto agli stipendi che prendono gli operai cinesi, che sarà difficile vedere molte famiglie numerose. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati