Dal mondo / Estremo Oriente

Commenta Stampa

Possibili motivazioni religiose

Cina, "attentato meticolosamente organizzato"

Cinque i sospettati in stato di fermo

Cina, 'attentato meticolosamente organizzato'
30/10/2013, 17:44

PECHINO- La polizia cinese continua ad investigare sul suv che, lunedì scorso, dopo essere uscito fuori strada è esploso in piazza Tiananmen. Le forze dell'ordine parlano di un attentato "meticolosamente pianificato organizzato e premeditato" che ha probabilmente le sue radici in questioni religiose.

Appartenevano alla stessa famiglia gli individui che guidavano il veicolo scoppiato, moglie marito e mamma di quest'ultimo, morti dopo lo scoppio assieme ad una donna filippina e ad un uomo della provincia meridionale del Guangd.

Secondo le ricostruzioni dell'agenzia di stampa cinese Xinhua, i tre a bordo del suv si sono dati fuoco dopo essersi cosparsi di benzina. All'interno del veicolo è stata ritrovata altra benzina, dei bastoni e una "bandiera inneggiante all'estremismo religioso".

Secondo quelle che sono le notizie delle ultime ore, sono cinque le persone che si ritrovano in stato di fermo sospettate di coinvolgimento nel tremendo episodio, che ha coinvolto il centro storico e politico cinese, visto che all'interno dell'abitazione di uno dei cinque è stata ritrovata anche una bandiera inneggiante al jihad e diversi coltelli

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©