Dal mondo / Estremo Oriente

Commenta Stampa

Si studia un piano di pronto intervento specialistico

Cina, calabroni killer nel sud del Paese: 28 morti

Da luglio rimossi oltre 300 nidi dalle zone residenziali

Cina, calabroni killer nel sud del Paese: 28 morti
27/09/2013, 20:36

PECHINO - E’ allarme in Cina, dove in alcune località del sud del Paese si contano le vittime di quello che è stato definito come un violento attacco di calabroni giganti. Fino a ieri le vittime erano 18, ma il numero dei decessi nella provincia meridionale cinese dello Shaanxi è salito a 28 nella giornata di oggi. I media locali riferiscono che le zone più colpite sono le località remote di Ankang, Anzhong e Shangluo. I calabroni responsabili dell’attacco hanno la grandezza di un pollice, appartengono alla famiglia dei calabroni giganti asiatici o “Vespa Mandarinia” e sono noti per la quantità di veleno presente all’interno dei loro pungiglioni, che è di gran lunga superiore a quella dei normali calabroni.

Le autorità locali hanno riferito che l’invasione delle zone colpite da parte di questo tipo di vespidi è un fenomeno che si ripete ogni anno ad inizio autunno. Dal luglio scorso sono stati rimossi oltre trecento nidi dalle aree residenziali, ma, data la gravità della situazione, le autorità sono consapevoli del fatto che occorre elaborare e mettere a punto con urgenza un piano di pronto intervento specialistico per le persone colpite dall’attacco. I medici del posto riferiscono che i pazienti con almeno dice punture devono sottoporsi ad un trattamento specialistico, mentre chi ha avuto circa trenta punture necessita di un trattamento di emergenza.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©