Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

La donna è stata per tre giorni chiusa

Cina: chiude la fidanzata in un tombino per non pagare un debito


Cina: chiude la fidanzata in un tombino per non pagare un debito
14/02/2014, 21:04

HAIKOU (CINA) - Ha tenuto la fidanzata prigioniera per tre giorni, per non pagarle un debito. Questa l'incredibile vicenda accaduta ad Haikou, in Cina. 

L'uomo aveva chiesto un prestito per l'equivalente di 12 mila euro alla fidanzata. Ma poi non aveva voluto restituirglieli. E quando lei aveva protestato per ottenerli, l'uomo ha reagito: ha afferrato la donna e l'ha gettata in un tombino, chiudendola dentro e lasciandola là. Dopo di che se ne è andato. 

La donna per tre giorni è rimasta lì sotto, senza acqua nè cibo, urlando nel tentativo di farsi sentire, ma non riuscendovi per via del traffico automobilistico che nascondeva le sue urla. Solo al terzo giorno un uomo l'ha sentita e liberata. La donna ha denunciato il fidanzato, una denuncia che è stata avvalorata dal fatto che la zona del tombino era coperta da una telecamera di sorveglianza, che ha ripreso il momento in cui la donna veniva fatta prigioniera.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©