Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

CINA: CONDANNATI 17 MANIFESTANTI A LHASA


CINA: CONDANNATI 17 MANIFESTANTI A LHASA
29/04/2008, 09:04

17 manifestanti, arrestati dopo il 14 marzo per le manifestazioni anticinesi in Tibet, sono stati condannati a pene che vanno dai 3 anni di reclusione all'ergastolo. Le accuse sono di devastazione e dell'omicidio di 18 agenti e un civile cinesi (ma non erano stati uccisi solo civili cinesi?). Si tratta della prima sentenza sugli arrestati durante le manifestazioni in Tibet.

Contemporaneamente il governo cinese, in una nota, ha invitato il Dalai Lama "ad abbandonare la via della violenza" e a cercare il dialogo. Poichè la frase è riferita ad un premio Nobel per la Pace, ogni commento è superfluo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©