Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

115 sono già salvi, resto 33 dispersi da recuperare

Cina: dopo il "miracolo", trovati 5 cadaveri in miniera


Cina: dopo il 'miracolo', trovati 5 cadaveri in miniera
06/04/2010, 18:04

XIANGNING - In seguito ad un improvviso allagamento, 115 minatori cinesi, sono riusciti a sopravvivere intrappolati all'interno di un angusta miniera di carbone, cibandosi di corteccia e dissetandosi con acqua putrida. Un vero e proprio "miracolo" secondo i soccorritori che hanno estratto i lavoratori ancora in vita. Oggi, però, arriva la cattiva notizia: cinque cadaveri sono stati ritrovati durante le operazioni di recupero degli altri minatori.
I funzionari che hanno gestito le operazioni di soccorso portate avanti con grande zelo tra domenica e lunedì, hanno confermato che sono in tutto 153 gli uomini rimasti intrappolati, per più di una settimana, all'interno della miniera di Wangjialing, nella provincia settentrionale di Shanxi.
Di questi 115 erano stati estratti miracolosamente incolumi ma, purtroppo, questa mattina, il "miracolo" pare essersi spezzato: cinque dei minatori sono stati infatti ritrovati senza vita e, al momento, restano ancora 33 dispersi all'interno dei corridoi sotterranei.
Tutti i sopravvissuti eccetto 26 (che versano in condizioni "abbastanza gravi") stanno relativamente bene. Secondo le statistiche ufficiali cinesi, i morti nelle miniere di carbone sono scesi a 2.631 l'anno nel 2009; facendo dunque registrare un decremento di 7 decessi al giorno rispetto al 2008 (durante il quale si sono contati 3.215 morti). Il bilancio resta ancora troppo alto, considerando anche le inumane condizioni di lavoro dei minatori.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©