Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

CINA: ESTRATTA VIVA UNA DONNA DALLA MACERIE DOPO 9 GIORNI


CINA: ESTRATTA VIVA UNA DONNA DALLA MACERIE DOPO 9 GIORNI
22/05/2008, 08:05

In Cina, una donna è stata estratta viva da sotto le macerie, dove era intrappolata da nove giorni, cioè dal terremoto del 12 maggio. La donna era intrappolata in un tunnel di una centrale elettrica, devastata dal sisma di lunedì scorso, e ieri i soccorritori sono riusciti a raggiungerla e a salvarla.

Nel frattempo, il governo cinese ha aumentato gli stanziamenti per gli aiuti e la ricostruzione, portandoli a 95 miliardi di yuan, più o meno 8 miliardi di euro. Collaborano anche i cittadini. Per esempio Liu Ciang, famoso campione dei 100 metri, dopo una prima donazione di 500 mila yuan, ne ha fatta un'altra di 3 milioni (circa 275 mila euro). Anche società estere danno il loro contributo: per esempio la FIAT ha stanziato, tra contributi e aiuti materiali, circa 600 mila euro.

Nel frattempo è stato deciso che la capitale del Beichuan (la regione epicentro del terremoto), Qushan, che è stata completamente rasa al suolo dal sisma del 12 maggio, verrà ricostruita a circa 20 Km. dall'attuale posizione, in quanto una ricostruzione sulle macerie della città distrutta è inattuabile. Una volta eliminate le macerie, invece, verrà costruito un monumento commemorativo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©