Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

E' crollato per i troppi contatti, ma poi è ripartito

Cina: inaugurazione del sito del governo per le petizioni


Cina: inaugurazione del sito del governo per le petizioni
02/07/2013, 13:08

PECHINO (CINA) - C'è una antica tradizione in Cina: un ufficio, con unica sede a Pechino, che riceve le petizioni si chiunque, da qualsiasi parte della Cina arrivino, a condizione che siano presentate da qualcuno in prima persona. Una volta le petizioni erano indirizzate all'imperatore; oggi sono rivolte al Presidente. Ma in passato come oggi, coloro che portano queste petizioni sono spesso perseguitati dai poliziotti delle loro zone di origine, dato che di solito le petizioni sono accuse di malgoverno locale e i governatori non vogliono far sapere al governo centrale quello che combinano. 
Per questo ieri è stato inaugurato un servizio di petizioni on line: non è necessario portarla di persona, basta scriverla. L'esordio non è stato dei migliori: dopo aver avuto 46 milioni di contatti in meno di due ore, il sito è crollato. Dopo qualche ora è ripartito, e senza dare altri problemi. Certo, resta da sapere quante di queste petizioni verranno prese in considerazione... 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©