Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ha usato del veleno per topi mischiato allo yogurt

Cina: preside avvelena due bambine per screditare scuola rivale


Cina: preside avvelena due bambine per screditare scuola rivale
04/05/2013, 10:59

HEBEI (CINA) - Non è un mistero che in Cina ci sia una feroce competizione tra le scuole, per accaparrarsi più studenti possibile, nonostante si studi da 8 a 12 ore al giorno sin dalle elementari. Ma quello che è successo in un villagio della provincia di Hebei è allucinante. 
La preside di una scuola, per screditare la scuola rivale, ha abbandonato vicino all'ingresso uno zaino pieno. Una signora, andata lì per prendere le due nipotine di 5 e 6 anni, ha visto lo zaino e l'ha raccolto, portandoselo a casa per poi restituirlo il giorno dopo. Ma si sa, i bambini sono curiosi. E così, tornati a casa, le bambine hanno aperto lo zaino e, visto lo yogurt, hanno cominciato a mangiarlo, trovandolo però amaro. COsì l'hanno fatto assaggiare alla nonna. Poco dopo però le due bambine si sono sentite male e hanno avuito le convulsioni, mentre la nonna aveva dei crampi allo stomaco. Ha chiamato l'ambulanza, ma per le due bambine era tardi: una era già morta, l'altra è morta in ospedale. La nonna è ancora ricoverata. Si è scoperto che allo yogurt era stato mescolato del veleno per topi. E così le indagini hanno portato alla preside della scuola rivale, che voleva screditare al scuola frequentata dalle due bambine, e un bidello, che l'ha aiutata. I due sono stati arrestati e hanno confessato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©