Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Atterraggio e decollo dei caccia ''Shenyang J-15s

Cina: via ai primi test della portaerei


Cina: via ai primi test della portaerei
13/08/2011, 12:08

 

PECHINO - Salpa in mare per i primi test di affidabilità, la prima portaerei portaerei della Marina militare cinese varata Mercoledì e giustificata dall’agenzia del Partito comunista ''per uso di ricerca scientifica, esplorazione dei mari e addestramento del personale militare”, anche se per la sua attrezzatura bellica all'avanguardia (radar e missili terra-aria), ha finora suscitato una vera e propria minaccia alla stabilità delle nazioni vicine di casa, preoccupate che il governo di Pechino voglia mettere le mani su una serie quasi infinita di isolette ricche di materie prime situate nell'oceano pacifico e risolvere definitivamente la questione delo stato del Taiwan. I test di oggi verteranno principalmente sull'atterraggio e decollo dal ponte della ''Varyag'', dei nuovissimi super caccia ''Shenyang J-15s.'' denominati "Squali volanti", caccia multiruolo di 5°generazione adatto ad ogni genere di missione e di ruolo (caccia intercettore, cacciabombardiere, aereo da attacco al suolo o ancora aereo da ricognizione), progettato e realizzato interamente con tecnologia made in China, ad opera dello Studio 601 e dell'azienda Shenyang Aircraft Corporation (SAC). L'ex sovietica Varyag, comprata nel 1998 per 20 milioni di dollari dall’Ucraina, potrà trasportare fino a 30 esemplari di caccia, un niente in confronto alle portaerei americane che possono trasportare fino ad una ottantina di velivoli. Pechino utilizzerà il suo ultimo gioiellino militare soprattutto per addestrare gli equipaggi e i piloti destinati a imbarcarsi sulle tre future portaerei a propulsione nucleare in costruzione nei cantieri Jiangnan di Shanghai che dovrebbero entrare in servizio nei prossimi cinque anni. A causa dello sviluppo delle capacità marine della Repubblica popolare Cinese, anche i Paesi asiatici, hanno dato il via a programmi di riarmo tesi a contrastare l'espansione del terribile nemico nel pacifico meridionale.

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©