Dal mondo / America

Commenta Stampa

Parla la sorella: “Lasciateci in pace”

Cleveland, Amanda torna a casa


Cleveland, Amanda torna a casa
08/05/2013, 19:58

Amanda, una delle vittima sequestrate per oltre dieci anni nella casa di Cleveland è tornata nella sua casa di Ohio dove alloggerà a casa della sorella. Giunta davanti casa insieme alla figlia di 6 anni avuta proprio durante il sequestro ad attendere la c’erano giornalisti, televisioni e una folla di curiosi eccetto la madre, morta di crepacuore tre anni dopo la sua scomparsa. Dalle riprese televisive si vede un Suv dai vetri oscurati fermo sul vialetto di casa Berry, dal quale scende per prima la sorella di Amanda, Beth Serrano per parlare ai microfoni dei giornalisti. "Vorrei ringraziare i media locali e nazionali per non aver mai dimenticato mia sorella e il suo caso in tutti questi anni, ma ora la nostra famiglia avrebbe bisogno di essere lasciata in pace per concedere a me, ad Amanda e mia nipote il tempo per riprenderci". "Vi prego di rispettare la nostra intimità fino a quando non saremmo noi a voler parlare", ha dichiarato poi la donna in lacrime. Grande commozione e sorpresa tra i vicini di casa. Jessica Duna, un'assistente domestica 50 enne ha così commentato: "Oh mio Dio, sono rimasta senza fiato per l'emozione, è così triste e struggente che sua mamma non fosse qui per poterla riabbracciare". Appaiono alcuni poster sulla veranda dell'abitazione, circondati da fiori e peluche, che recitano così: "Bentornata a casa Mandy" e "Non abbiamo mai perso la speranza".

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©