Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si viene a sapere solo oggi

Clinton, "distratto" dalla Lewinsky, perse i codici nucleari


Clinton, 'distratto' dalla Lewinsky, perse i codici nucleari
22/10/2010, 10:10

USA - Se ne è parlato diverse volte negli Stati Uniti, ma non era mai stato messo nero su bianco. Questa volta invece ci pensa il generale Hugh Shelton, ex capo di Stato Maggiore, in un libro di memorie. Ci fu nel 2000 un momento in cui il presidente americano perse il "biscotto" per attivare il "football". SI tratta di nomi in codice: il football è la valigetta con i vari piani di attacco nucleare, che deve essere portata da un ufficiale che sta sempre accanto al Presidente degli Stati Uniti, in modo che entro pochi secondi dal via si possano dare gli ordini di attacco o di contrattacco nucleare. Il "biscotto" o "bancomat della sicurezza" è una scheda, non dissimile nell'aspetto da una carta di credito, su cui sono riportati alcuni gruppi di codici. Il presidente, al momento dell'insediamento il Presidente Usa ne sceglie uno e da quel momento ha il potere di lanciare un attacco nucleare.
Ebbene, questa scheda così importante per alcuni mesi, secondo Shelton, è andata persa da Bill Clinton, proprio nel mezzo dello scandalo relativo a Monica Lewinsky. In quel periodo, se ci fosse stata la necessità di lanciare un attacco nucleare, gli Usa non avrebbero potuto fare nulla. il generale spiega come andarono le cose: "(Clinton) pensava di averla lasciata da qualche parte. Così cominciammo a girare per tutta la casa Bianca alla ricerca dei codici: finché il presidente non confessò di averli persi".
E non è stato un caso isolato. Nel 1999, durante un vertice Nato, Clinton lasciò il summit "dimenticando" l'ufficiale che porta il "football". AL quale non rimase alternativa che tornare a piedi in albergo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©