Dal mondo / America

Commenta Stampa

E' il primo straniero, per la legge colombiana

Colombia: condannato italiano per turismo sessuale


Colombia: condannato italiano per turismo sessuale
16/07/2010, 14:07

CARTAGENA (COLOMBIA) - E' considerata una sentenza storica, in Colombia. Ed indubbiamente lo è: per la prima volta uno straniero è stato condannato in Colombia per turismo sessuale e pedofilia. E il dubbio onore è toccato ad un italiano: Paolo Pravisani, 72 anni. Le accuse erano di aver pagato dei minori per abusarne sessualmente e per aver pagato delle donne perchè facessero sesso con dei minori davanti a lui. Insieme a Pravisani, sono state condannate anche Hilda Martínez e Angélica Tovar per avere fatto sesso con i minori. Secondo la legge colombiana, adesso il Giudice ha un mese per quantificare la pena a carico dei condannati.
Il processo nasce da un episodio del 2009, quando la Polizia trova, nell'appartamento di Pravisani a Cartagena, il 15enne Yesid Torres, nudo e agonizzante, con segni di violenza sul corpo. Il ragazzo morirà poco dopo e la causa sarà verificata come overdose di cocaina. Durante le indagini saltano fuori anche foto pedopornografiche, alcune anche riguardanti lo stesso cittadino italiano. Da qui poi, approfondendo le indagini, si è arrivato al processo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©