Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

E' sparito il video hard e la somma del ricatto

Condannato a 6 anni il gigolò di Lady BMW


Condannato a 6 anni il gigolò di Lady BMW
10/03/2009, 10:03

E’ terminata con una condanna del Tribunale di Monaco di Baviera l’avventura del ricattatore Helg Sgarbi, noto per essere stato il gigolo di Lady Bmw. Susanne Klatter, figlia del magnate tedesco detentore di quasi metà del pacchetto azionario della prestigiosa casa automobilistica della Baviera, è stata vittima di un ricatto sessuale consumato all’interno di un agriturismo di Rosciano facente capo all’italiano Barretta colpevole, secondo l’accusa, di aver filmato da un’altra stanza i rapporti sessuali che il Gigolò ha consumato con la figlia del patron di BMW ed altre tre ricche signore. Questa storia di sesso e di ricatti ha fruttato al prostittuto ben 9,3 milioni di dollari, che lo stesso Sgarbi ha ben nascosto non volendo restituire quanto guadagnato.
 
L’abbuzzese Barretta adesso rischia di vedere all’asta i propri beni al fine di soddisfare le pretese dei legali di Susanne Klatter che intendono recuperare così parte dei nove milioni estorti dal Gigolò. E se il proprietario del Country Club si dichiara innocente, la magistratura dal canto suo ha sequestrato 10 auto di grossa cilindrata e 1,7 milioni in contanti ben nascosti all’interno della struttura dove sarebbero stati ripresi gli incontri focosi tra Sgarbi e le sue vittime. In aula Helg Sgarbi ha fatto una buona pubblicità alla discendente di casa BMW dicendo che “donne come lei non ci sono in giro, la consiglio a tutti”.

Commenta Stampa
di ElleVì
Riproduzione riservata ©