Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Era considerato il volto umano del regime

Condannato a morte Tareq Aziz, numero 2 di Saddam Hussein


Condannato a morte Tareq Aziz, numero 2 di Saddam Hussein
26/10/2010, 12:10

BAGHDAD (IRAQ) - Nel massimo silenzio e senza clamore oggi è stata data dalla Tv di Stato la notizia della condanna a morte dell'ormai 74enne Tareq Aziz, ex numero due del regime di Saddam Hussein. Catturato poco dopo l'invasione americana in Iraq, è stato a lungo prigioniero dei soldati statunitensi, ma poi era letteralmente sparito, tanto che persino la sua famiglia aveva diramato appelli tramite i mass media nazionali. Ed oggi è arrivata la risposta. C'è da chiedersi che razza di processo sia stato, visto che è stato così segreto.
Aziz è stato per lungo tempo il volto umano del regime, la persona degli accordi internazionali. Provò anche a far chiudere un occhio a tutti nel 1991, quando l'Iraq invase il Kuwait. Ma in quel caso c'erano troppi interessi petroliferi perchè nessuno protestasse. Contro Tarq Aziz ci sono altre due condanne: una a 7 anni per la deportazione di intere comunità curde, per allontanarli dai pozzi petroliferi nel nord del Paese e una a 15 anni per l'esecuzione di 42 persone nel 1992.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©