Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

I responsabili del rapimento è la milizia Mai Mai

Congo: sequestrati 8 operatori della croce rossa


Congo: sequestrati 8 operatori della croce rossa
13/04/2010, 18:04

GINEVRA - Otto membri della Croce Rossa, tra cui 7 congolesi ed uno svizzero, sono stati sequestrati nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo. A darne l'ufficialità è stato lo stesso Comitato internazionale della Croce Rossa (Icrc). Gli otto si trovano ostaggi degli uomini della miliazia Mai Mai nella sperduta arei di Fizi, nella provincia di South Kivu.
Il capo della delegazione della Croce Rossa nel Paese africano Franz Rauchenstein ha rivolto un accorato appello ai miliziani, chiedendo il rilascio immediato degli operatori sanitari rapiti ma, da Ginevra, un portavoce dell'Icrc ha confermato che l'associazione non può fornire ulteriore dettagli sulle identità degli otto ostaggi e di non poter comunicare se al momento ci sono stati già contatti con i militanti Mai Mai.
Come si legge anche su Reuterci, l'Icrc è presente in maniera permamente con strutture e personale organizzato a Bukavu, Uvira, Marungu e Fizi. Tutte queste località sono devastate da violenti conflitti ed enorme povertà e, data la posizione geografica e la scarsa sicurezza, sono anche molto difficili da raggiungere per la stessa croce rossa.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©