Dal mondo / America

Commenta Stampa

Una indagine svela elusioni per cifre gigantesche

Congresso Usa: Apple ha evaso tasse per 74 miliardi di dollari


Congresso Usa: Apple ha evaso tasse per 74 miliardi di dollari
21/05/2013, 09:01

WASHINGTON (USA) - Una indagine del Congresso sulla Apple ha svelato una evasione fiscale di dimensioni abnormi. La cosa non è una novità, più o meno tutte le aziende cercano di spostare i loro guadagni all'estero, per pagare meno tasse. Ma i livelli toccati dalla Apple sono incredibili. Per esempio la filiale Apple in Irlanda ha guadagnato 22 miliardi nel 2005, pagando solo 11 milioni di tasse. Oppure un'altra filiale che nel 2009 ha guadagnato 30 miliardi completamente esentasse. In totale dal 2009 al 2011 sono oltre 74 miliardi. 
Il bello è che, per la legge americana, non c'è nulla di illegale. Almeno finchè quei soldi non verranno riportati negli States. A quel punto l'azienda di Cupertino dovrebbe pagarci le tasse. Ma la Apple ne è consapevole e lo evita accuratamente. Tanto è vero che quando ad inizio 2013 servivano soldi per pagare i bonus ai dirigenti, la Apple ha preferito lanciare una obbligazione, indebitandosi, piuttosto che far rientrare i soldi guadagnati in questa maniera all'estero. 
Martedì 21 maggio al Senato verrà sentito il Chief Executive di Apple, Tim Cook.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©