Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Inizia in Giappone la caccia alle balene, proibita per legge

Contro le baleniere giapponesi, gli ambientalisti schierano Gozilla

Si tratta di una imbarcazione ad altissima tecnologia

Contro le baleniere giapponesi, gli ambientalisti schierano Gozilla
20/12/2010, 16:12

TOKYO (GIAPPONE) - Chi l'avrebbe mai detto che un giorno le baleniere giapponesi avrebbero dovuto guardarsi da Gozilla? Tranquilli, non è il gigantesco dinosauro di tanti film e telefilm, ma una imbarcazione, schierata dagli ambientalisti dell'associazione Sea Shepherd ("Pastore del mare"). Si tratta di un gruppo uscito da Greenpeace e decisamente più aggressivo dell'associaizone madre. L'imbarcazione, chiamata Gojira (è il nome in giapponese che poi all'estero è stato tradotto Gozilla), è un catamarano a motore, lungo circa 30 metri, che insieme alle altre due imbarcazioni dell'associazione (la Steve Irwin e la Bob Barker) si prepara a precedere le baleniere giapponesi e a impedire che possano cacciare le balene. Infatti, nonostante siano specie in estinzione, il Giappone ne caccia - ufficialmente, ma nessuno controlla il numero - 1000 ogni anno per "scopi scientifici". Cosa c'entri la scienza con la carne di balena servita nei ristoranti giapponesi a prezzi carissimi, resta ancora un mistero.
Le tre imbarcazioni, sono dotate di tutti gli ultimi ritrovati tecnologici, sia per localizzare le balene e le baleniere, in modo da evitare la caccia, sia per seguire le rotte. Nonchè per ostacolare l'attività delle baleniere, pur conservando una velocità notevolmente superiore, per sfuggire agli inseguimenti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©