Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Un rapporto la accusa di 50 anni di atrocità

Corea del Nord accusata dall'Onu di crimini contro l'umanità


Corea del Nord accusata dall'Onu di crimini contro l'umanità
17/02/2014, 19:05

NEW YORK (USA) - L'Onu presenta un rapporto, redatto da una apposita commissione di inchiesta, in cui accusa la Corea del Nord di 50 anni di atrocità. 

Il rapporto si basa su 80 interviste pubbliche e 240 confidenziali, in cui sono state raccolte testimonianze di persone non identificate per non mettere in pericolo - si dice - amici e parenti residenti in Corea. Peccato che questo ne infici anche la validità, dato che non è possibile fare alcun riscontro, dato che comunque il governo della Corea ha impedito alla Commissione di inchiesta l'accesso nel loro Paese. 

Ma le testimonianze sono agghiaccianti: si va dalla donna che ha partorito un neonato nel campo di prigionia ed è stata costretta da una guardia ad annegare il figlio appena nato, alla donna morta dopo essere stata costretta a mangiare terra, alle diverse testimonianze delle persone malnutrite che sopravvivevano mangiando qualsiasi animale venisse trovato per strada. 

Non mancano le accuse alla Cina di aver rispedito nei campi di prigionia nordcoreani coloro che cercavano di scappare dal proprio Paese.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©