Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Corea del Nord: condannate due giornaliste americane


Corea del Nord: condannate due giornaliste americane
08/06/2009, 10:06

Le due giornaliste americane arrestate lo scorso 17 marzo sono state condannate, dalla Corte Centrale di Pyongyang, a 12 anni di campo di lavoro. La Kcna, agenzia ufficiale nordcoreana, ha riferito che "durante il processo è stato confermato il grave reato da loro commesso contro la nazione coreana e il loro attraversamento illegale della frontiera". In realtà non è stato ancora specificato quale sia il grave reato commesso dalla sino-americana Laura Ling e dalla coreano-americana Euna Lee.

Le due giornaliste, che lavorano per Current Tv, sono state arrestate alla frontiera fra Corea del Nord e Cina mentre giravano un servizio sui nordcoreani in fuga oltre il fiume TUmen. La loro condanna è giunta in un momento di grande tensione. Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu sta infatti lavorando a nuove sanzioni contro la Corea del Nord, che il 25 maggio scorso ha effettuato un secondo test nucleare.

Il governo degli Stati Uniti, intanto, dice di essere molto preoccupato per la condanna delle due giornaliste. Ian Kelly, portavoce del Dipartimento di Stato Usa, ha dichiarato che "il governo si sta impegnando, attraverso tutti i canali possibili, per cercare di liberare le due donne".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©