Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Il governo nipponico dichiara che si adeguerà

Corte dell'Aja: il Giappone la smetta di cacciare le balene


Corte dell'Aja: il Giappone la smetta di cacciare le balene
31/03/2014, 20:18

TOKYO (GIAPPONE) - La Corte Internazionale dell'Aja ha ingiunto al Giappone di interrompere ogni azione di caccia alle balene, di revocare i permessi concessi e di non concederne altri. Accolto quindi il ricorso dell'Australia, nelle cui acque imperversano le baleniere giapponesi. 

Infatti, nonostante la caccia alle balene sia vietata, il governo giapponese ha sempre rilasciato un certo numero di permessi per "motivi scientifici". Motivi scientifici che poi finiscono sui tavoli dei ristoranti - giapponesi e non - di lusso, dove una porzione di carne di balena costa caro. 

Il Giappone ha accettato la sentenza: "In quanto paese che rispetta lo stato di diritto e membro responsabile della comunità internazionale, il Giappone rispetterà la sentenza della Corte", ha detto il capo-delegazione nipponico, Koji Tsuruoka.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©