Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sette detenuti incasseranno circa 100 mila euro

Corte di Strasburgo multa l'Italia per la situazione carceri


Corte di Strasburgo multa l'Italia per la situazione carceri
08/01/2013, 11:11

STRASBURGO (FRANCIA) - Ancora una volta, l'Italia incassa una pesante sanzione da parte della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo. Questa volta è sulla situazione delle carceri in Italia. Sette persone, detenute nel carcere di Busto Arsizio, in provincia di Milano, e in quello di Piacenza, hanno fatto ricorso denunciando le condizioni inumane nei carceri. E la Corte Europea ha dato loro ragione, stabilendo per loro un risarcimento che costerà al nostro Stato 100 mila euro in totale. 
Il problema è che il sovraffollamento delle carceri è una tragica realtà. Ogni tanto si fanno indulti ed amnistie, ma sono una valvola di sfogo temporanea. Come dimostrato dopo il 2007: venne fatta l'amnistia, vennero liberati circa 20 mila detenuti per reati lievi e a fine pena. Ma dopo 3 anni già si era raggiunta la quota ante 2007. E tale resterà, finchè non verranno investiti soldi (e soldi veri, non promesse) per costruire altre carceri ed assumere centinaia e centinai di nuovi agenti per la Polizia Penitenziaria. E non farebbe male eliminare quelle leggi, fatte a fini di propaganda elettorale, che riempiono le carceri di gente innocua; per esempio si potrebbe eliminare la Bossi-Fini o cancellòare la Fini-Giovanardi e ritornare al concetto di detenzione di modica quantità di sostanze stupefacenti. E magari depenalizzare l'uso di marijuana non è una cattiva idea.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©