Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ancora una volta una sentenza a favore delle majors

Corte Ue: sì alla censura dei siti che violano il copyright


Corte Ue: sì alla censura dei siti che violano il copyright
27/03/2014, 12:09

LUSSEMBURGO - La Corte Europea di Lussemburgo ha sentenziato che è lecito da parte di un governo costringere un provider ad oscurare un sito che permetta di vedere film coperti da copyright. L'ha fatto a proposito della UPC Telekabel Wien, fornitore austriaco dei servizi Internet via cavo, a cui il governo austriaco aveva imposto di oscurare il sito kino.to. L'UPC si era difesa sostenendo che non c'erano contatti particolari tra la società e il sito kino.to; e che comunque oscurare il sito non è una difficoltà che non si possa aggirare. 

Ma la Corte ha sostenuto che non c'è bisogno di contatti particolari per giustificare la sanzione; e neanche che ci sia qualcuno che effettivamente veda i film. La sentenza aggiunge che una simile decisione da parte del governo austriaco non compromette il diritto di parola, a condizione che l'utente sia libero di accedere agli elementi non protetti da copyright presenti su Internet. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©