Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Privi di ordini, i soldati ucraini non hanno reagito

Crimea: miliziani filorussi assaltano una base ucraina


Crimea: miliziani filorussi assaltano una base ucraina
19/03/2014, 10:12

SINFEROPOLI (UCRAINA) - Continua ad essere alta la tensione in Crimea, tra Russia e soldati ucraini. Questa mattina centinaia di miliaziani filo-russi hanno invaso una base militare ucraina in Crimea. I soldati, privi da giorni di ordini su come comportarsi, hanno preferito non opporsi e ritirarsi negli edifici. L'agenzia di stampa russa Itar-Tass ha riferito che il Comandante della Flotta del Mar Nero, Alexander Vitko, è andato personalmente per trattare la resa dei soldati ucraini. 

Intanto l'Occidente continua a non riconoscere la secessione della Crimea. Per questo il Presidente del Consiglio europeo, Van Rompuy, ha cancellato il suo viaggio in Russia, provocando le ire di Mosca. Dal canto suo, Hilary Clinton, intervenuta in Canada al Board of Trade of Metropolitan Montreal, ha accusato Putin di voler ridefinire i confini dell'Europa, aggredendo quei Paesi come Ucraina e Bielorussia che hanno una quota di abitanti di discendenza russa.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©