Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Il primo ministro: eleggere nuovo consiglio costituente

Crisi in Tunisia, si dimette El Ghannouchi


Crisi in Tunisia, si dimette El Ghannouchi
27/02/2011, 17:02

TUNISI - La crisi sul versante nordafricano segna un’altra tappa. Stavolta tocca alla Tunisia, dove il neo primo ministro Mohamad El Ghannouchi ha annunciato le sue dimissioni a pochi giorni dal suo rientro in patria. "Queste dimissioni sono al servizio della Tunisia e della rivoluzione", ha detto in un discorso in tv, spiegando di non essere a favore della repressione. "Abbiamo preso misure per arrestare gli autori degli atti di sabotaggio, per portarli davanti alla giustizia e per determinare chi li ha istigati", ha detto Ghannouchi. ''Come cittadino e non come primo ministro ritengo che il popolo debba dire la sua liberamente'', ha spiegato il premier dimissionario, facendo riferimento alle presidenziali e alla formazione di un consiglio costituente.

''C'è stata una rivoluzione e ci sarà una nuova Costituzione. Credo che sia preferibile, per la Tunisia, eleggere un nuovo consiglio costituente'', ha sottolineato.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©