Dal mondo / America

Commenta Stampa

Basterà un passaporto e un visto per uscire dal Paese

Cuba: a partire dal 2013, andare all'estero sarà più facile


Cuba: a partire dal 2013, andare all'estero sarà più facile
16/10/2012, 09:09

L'AVANA (CUBA) - Finora, uno degli esempi che veniva portato per dimostrare che a Cuba non c'era libertà, era la norma che riguardava l'espatrio. Il cittadino cubano che intendesse amndare all'estero, doveva presentare una lettera di invito da parte di qualcuno del Paese dove intendeva andare e presentare una richiesta per avere l'apposita autorizzazione. Una autorizzazione che poteva essere rifiutata senza nessuna motivazione. Inoltre, non si poteva restare fuori dal Paese per più di 11 mesi. Altrimenti si considerava un abbandono del Paese e si perdevano i propri beni e i propri diritti di cittadino cubano. 
Dal 13 gennaio 2013 niente più di tutto questo: basterà avere il passaporto ed un visto del Paese in cui si desidera andare ed è fatta. Si tratta dell'ennesimo provvedimento dell'era di Raul Castro, dopo il ritiro di Fidel a causa delle sue precarie condizioni di salute, che sta aumentando le libertà a disposizione dei cittadini cubani. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©