Dal mondo / America

Commenta Stampa

Restano limitazioni solo per alcune categorie di persone

Cuba: da oggi basta un passaporto per lasciare il Paese


Cuba: da oggi basta un passaporto per lasciare il Paese
14/01/2013, 10:46

L'AVANA (CUBA) - Da oggi a Cuba scatta la "reforma migratoria", cioè il cambio della legge sui passaporti. Finora, per poter uscire dal Paese, c'era bisogno del passaporto, ma anche della "tarjeta blanca", riservata solo ad alcuni. Oggi non è più così: basta solo il pasaporto e un visto e si può andare dove si vuole. Ma è una possibilità solo teorica, per gran parte della popolazione, dato il livello medio di povertà: un bioglietto aereo costa molto più di quanto possano permettersi la maggior parte dei cubani. 
Restano delle limitazioni. In primis i dissidenti politici, dato che ne approfitterebbero per andare negli Usa a farsi dare i fondi per propaganda ed atti violenti contro il Paese. Ma anche i giocatori di pallacanestro e di baseball, che sono molto richiesti all'estero. Ed infine i militari e gli scienziati più importanti del Paese che potrebbero essere rapiti e costretti a rivelare segreti nazionali. Infatti Cuba, anche se è un Paese povero, è anche uno dei Paesi dove le università sono di eccellenza e sfornano migliaia di medici, botanici, genetisti ed altri specializzati di altissimo livello. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©