Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si tratta di Orlando Zapata Tamayo

Cuba: dissidente morto per sciopero della fame


Cuba: dissidente morto per sciopero della fame
24/02/2010, 11:02

CUBA - Un dissidente cubano, Orlando Zapata Tamayo, è morto in carcere, dopo uno sciopero della fame durato 82 giorni. La notizia è stata resa nota da fonti vicinissime a Tamayo, attraverso un messaggio via Twitter e una telefonata. Le autorità cubane smentiscono, ma si sa che smentirebbero comunque, quindi come attendibilità è da verificare.
Tamayo era un operaio appartenente al cosiddetto "gruppo dei 75", oppositori al regime di Fidel Castro. Era stato arrestato nel 2003 e condannato a 36 anni di reclusione, ma solo per reati di opinione, come "villipendio alla figura del Comandante", cioè dello stesso Castro. Dal 3 dicembre scorso aveva iniziato uno sciopero della fame, per protestare contro le percosse e le violenze che subiva nel carcere. Negli ultimi tempi le sue condizioni sono precipitate ed è stato trasferito prima nell'ospedale giudiziario della capitale cubana e poi nell'ospedale Hermanos Almejeira, dove è spirato

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©