Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ma non sono stati decisi i tempi e i modi

Cuba: il governo annuncia l'addio alla doppia valuta


Cuba: il governo annuncia l'addio alla doppia valuta
23/10/2013, 10:47

L'AVANA (CUBA) - Il presidente cubano Raul Castro sta per dare l'addio ad un altro dei capisaldi della Cuba castrista: la doppia valuta. Infatti, nell'isola circolano due valute: il peso, usato per la spesa di tutti i giorni, che vale circa 5 centesimi di dollaro; e il "peso convertibile", che vale 1,08 dollari (cambio fisso) e che viene usato per l'acquisto della benzina e di ogni altro bene di lusso impoertato. 
L'escamotage è stato necessario per tenere sotto controllo le esportazioni senza contemporaneamente deprimere l'economioa e senza costringere la Banca Centrale cubana a distruggere l'economia del Paese per mantenere un cambio (quello del peso convertibile) insostenibile. Se non esistesse che il peso convertibile, Cuba avrebbe fatto la fine dell'Argentina degli anni '90, in default catastrofico e col governo costretto a fuggire dal Paese.
L'annuncio tuttavia non specifica i tempi e le modalità dell'abbandono della doppia valuta. Quello che è certo è che se non è fatto con attenzione, può ancora danneggiare un sistema economico fragile, ma funzionante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©