Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ma i tre si dichiarano innocenti

Cuba: stuprarono e fecero morire una 12enne, condannti tre italiani


Cuba: stuprarono e fecero morire una 12enne, condannti tre italiani
07/11/2011, 10:11

L'AVANA (CUBA) - Tre italiani e sei cubani sono stati condannati per un brutto episodio accaduto il 14 maggio del 2010. I nove convinsero Lilian Ramirez Espinosa, 12 anni, ad andare con loro in un locale. La fecero bere e la convinsero ad assumere sostanze stiupefacenti e fecero sesso con lei. Ma alcool e droga, per una 12enne che soffriva di asma, furono troppo e la ragazzina morì. Allora ne abbandonarono in un campo il corpo, sperando di far perdere le tracce. Ma la Polizia cubana rintracciò i colpevoli nel giro di una settimana e li arrestò. Per quanto riguarda gli italiani, Angelo Malavasi e Simone Pini sono stati condannati a 25 anni e Luigi Sartorio a 20 anni.
Immediata è partita la mobilitazione, su Facebook, con pagine a favore dei tre condannati che riportano però solo la versione dei tre italiani, che ovviamente si professano innocenti ed estranei alla vicenda. E come al solito viene data la colpa alla volontà persecutrice dei cubani "brutti sporchi e cattivi perchè comunisti", secondo la ben nota propaganda che va avanti da 50 anni. Sulla vicenda il senatore Pietro Marcazzan ha annunciato una interrogazione al Ministro degli Esteri Franco Frattini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©