Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Decisione dopo un vertice straordinario

Dall'Unione europea altri soldi per l'emergenza Haiti


Dall'Unione europea altri soldi per l'emergenza Haiti
18/01/2010, 20:01

BRUXELLES - L’Unione europea si mobilita per l’emergenza di Haiti. Infatti nella riunione con tutti i rappresentanti degli Stati membri , la Commissione ha stanziato 30 milioni per l'assistenza umanitaria, a cui si aggiungono ulteriori 92 milioni provenienti dagli Stati membri; per il ripristino delle funzioni governative, l'intervento "preliminare" della Commissione è stato stabilito in 107 milioni.
Bruxelles  ha indicato in oltre 420 milioni di euro la sua disponibilità di fondi per affrontare l'emergenza dopo il terremoto ad Haiti. Le cifre sono state rese note al termine del vertice straordinario convocato dalla presidenza spagnola e dall'alto rappresentante per la politica estera dei 27, Catherine Ashton.
Fin qui, gli stanziamenti urgenti. Ma la Commissione ha anche indicato preliminarmente in 200 milioni l'ammontare dei finanziamenti per la gestione del dopo emergenza, quindi più a lungo termine, quando, come ha detto la Ashton al termine del vertice, bisognerà pensare a "costruire" più che "ricostruire" Haiti. "Ci stiamo coordinando sotto l'ombrello strategico delle Nazioni Unite - ha spiegato Ashton - lavorando a stretto contatto con gli Stati Uniti e con gli altri".
Mercoledì l'alto rappresentante per la politica estera sarà a New York e Washington a incontrare Hillary Clinton e Ban-Ki Moon. Quanto al contributo italiano, come ha spiegato il sottosegretario agli Esteri Vincenzo Scotti, è ammontato finora a 5,7 milioni, oltre alla cancellazione del debito che ammonta ad oltre 40 milioni
 

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©