Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

I soccorritori avrebbero recuperato anche il pilota

Disastro delle Comore: due superstiti tratti in salvo


Disastro delle Comore: due superstiti tratti in salvo
30/06/2009, 18:06

Sarebbero almeno due i superstiti dell’incidente aereo che si è verificato la scorsa notte al largo delle isole Comore. La tv satellitare al-Arabiya riferisce che, oltre ad un bambino di cinque anni, i soccorritori avrebbero trovato vivo anche Khalid Hajab, il comandante dell’Airbus A310-300 della Yemenia.
L’airbus, decollato da Sana’a e diretto a Moroni, trasportava 142 persone e 11 membri dell’equipaggio, è scomparso dai radar intorno all’una del mattino (ora italiana). Tra le ipotesi formulate sulle cause dell’incidente, quella che tiene banco in queste ore è relativa alle cattive condizioni climatiche. A far precipitare l’aereo sarebbero state, secondo Dominique Bussereau, segretario di Stato francese ai trasporti, le forti raffiche di vento nei pressi dell’aeroporto; il velivolo si era infatti dapprima avvicinato al luogo dell’atterraggio e poi si era nuovamente allontanato, per provare ancora ad atterrare poco dopo; infine, ci sarebbe stato tentativo di atterraggio di emergenza che però, come testimoniato da alcune persone presenti, non è riuscito.
Numerosi dubbi sono stati sollevati sulla sicurezza dell’aereo coinvolto nell’incidente. Il mezzo, 19 anni con 52mila ore di volo e 17.300 tratte, era in servizio con la compagnia yemenita dal 1999. Durante un controllo risalente al 2007 i tecnici della Direzione generale dell’aviazione civile in Francia avevano rilevato diversi difetti. Immediata la replica di Khalid Ibrahim al-Wazir, ministro dei Trasporti yemenita, per il quale “Il velivolo precipitato oggi non aveva problemi tecnici e non era vecchio”, visto che “le osservazioni dei francesi erano tutte” di carattere non tecnico.
Per il momento non è chiaro se ci fossero italiani a bordo del volo, i cui passeggeri erano quasi tutti residenti delle Comore che rientravano da Parigi. Fonti della Farnesina stanno comunque compiendo accertamenti.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.