Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

DISCORSO ALLA NAZIONE DI BUSH: "ABBIAMO DIFFICOLTA', MA ANDREMO AVANTI"


DISCORSO ALLA NAZIONE DI BUSH: 'ABBIAMO DIFFICOLTA', MA ANDREMO AVANTI'
30/09/2008, 14:09

Bush continua a ricorrere ai "discorsi alla Nazione" (cioè appelli o monologhi fatti per la popolazione, qualcosa di simile al messaggio di Capodanno del Presidentre della Repubblica in Italia, ndr) per cercare di fare pressione sugli uomini del Congresso affinchè, dopo la bocciatura di ieri del piano anticrisi da 700 miliardi di dollari voluto dal Presidente Bush, il provvedimento venga ripresentato e rivotato positivamente entro la fine della settimana. Infatti, secondo le regole del Congresso statunitense, una legge bocciata può essere ripresentata - modificata o no - entro alcuni giorni per ottenere un nuovo via libera.

Ma ci sono due cose interessanti, che rendono l'approvazione molto difficile. Il primo punto è la prossima campagna elettorale, che condiziona molto il sì a questa legge impopolare. Infatti chi vota sì teme di non essere rieletto alle prossime elezioni di novembre. E tra i più restii, ci sono proprio i repubblicani, cioè i colleghi di partito di Bush, i due terzi dei quali hanno detto no al provvedimento. Il secondo punto da notare, era l'evidente tensione sul volto di Bush mentre parlava, indice di incertezza e preoccupazione. Vedremo cosa succederà.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©