Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Contro le misure di austerity decise dal Governo

Disoccupati protestano a Madrid, caos nella Capitale spagnola

Tensione dopo cariche degli agenti di polizia

Disoccupati protestano a Madrid, caos nella Capitale spagnola
22/07/2012, 10:53

MADRID  -    Contenitori bruciati, barricate improvvisate, spari a salve e proiettili di gomma questo è quanto rimasto nel  centro di Madrid  a seguito dell’arrivo di  centinaia di disoccupati giunti  da tutta la Spagna nella Capitale,  per protestare contro le misure di austerity decise dal governo del premier Mariano Rajoy.   

I disordini dopo la marcia  si sono conclusi con almeno sei detenuti e 26 feriti. Passata la mezzanotte sono iniziati gli scontri tra la polizia e le centinaia di persone che si erano dirette verso il Congresso, blindato da una doppia recinzione.

La tensione è esplosa quando gli agenti hanno iniziato a disperdere e ad inseguire gruppi di manifestanti nelle strade circostanti, caricando in più occasioni e sparand

o proiettili di gomma che, secondo fonti del pronto soccorso sul campo, hanno ferito almeno una persona. Durante la manifestazione era stata massiccia la presenza di dei dipendenti statali: professori, medici, pompieri (che hanno inondato di schiuma antincendio una fontana della Puerta del Sol) e anche, senza divisa, molti poliziotti.

Le proteste, probabilmente, s’ingrosseranno nei prossimi giorni non solo nella capitale, ma anche nelle capitali delle regioni autonome come Siviglia o Barcellona. Le regioni a rischio default sono almeno sei fra cui, oltre alla Catalogna, le Baleari e le isole Canarie o l’Andalusia.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©