Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Distrutta la tomba di Hess, il braccio destro di Hitler

Ogni anno gruppi di neonazisti onoravano il sepolcro

Distrutta la tomba di Hess, il braccio destro di Hitler
21/07/2011, 18:07

E’ considerato il braccio destro di Hitler: Rudolf Hess, processato nel 1946 per crimini contro l’umanità, può davvero dire addio alla Germania e agli estremisti di destra. Ogni anno, il 17 agosto, centinaia di simpatizzanti neonazisti si ritrovano nel cimitero di Wunsiedel, in Baviera, per rendere omaggio alla tomba di Hess. Da quest’anno il pellegrinaggio non sarà più consentito. Per volontà della chiesa anglicana, proprietaria del terreno dove il nazista venne seppellito, al fine di evitare la parata che si realizzava ogni anno in agosto, non ha rinnovato la concessione della suddetta area. I resti del dirigente nazista sono stati esumati, mentre il suo sepolcro è stato distrutto. Hess morì impiccandosi nel 1987, esprimendo la volontà di voler essere sepolto proprio in quel terreno, dove i genitori avevano una casa. E’ considerato uno degli uomini più potenti del Terzo Reich e del Partito Nazista.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©